21/09/18

Lotte, ancora lotte, quando mai riusciremo a guardarci negli occhi, a non sentirci in conflitto, quando mai potremo parlarci senza porre distanze, senza conflitti di idee bensì costruendo insieme? È possibile non esista il modo di non entrare in conflitto violento?
Nella vita di tutti i giorni, delle persone che vivono per le strade, che si ritrovano al bar, alle università, a mangiare un panino fianco a fianco: lotta ovunque; allora come lamentarci di coloro i quali vengono definiti burattinai o dei capi di governo? Siamo tutti responsabili nessuno è scagionato, nelle piccole azioni quotidiane plasmiamo ciò che sarà in futuro, la trasformazione.
Con ciò pero’ non si deve cadere in un antropocentrismo dittatoriale dimenticando la fondamentale visione teocentrica, bensì ricordare che qualsiasi scambio, inteso anche come lavoro, avviene fra due o più componenti che interagiscono indissolubilmente le une con le altre, non esiste il senso unico.
Spesso mi chiedo quale sia lo scopo di parlare e cercare soluzioni, perche’, forse, va bene così, tutto ciò che ci circonda e che troviamo dentro di noi è quello che è stato voluto, non da noi unicamente, il conflitto e la lotta sono inevitabili poiché dinamici, ma allora perché sentiamo dentro questa necessità di trovare idee fisse, di ricercare la staticità, che sia pace o guerra, ricchezza o povertà, rigidità o morbidezza, la pace con sé stessi?
Si cercano soluzioni ed è molto importante ma in egual misura con la consapevolezza che non ve n’è sono: siamo capaci di accettare questi paradossi che si impongono così ineluttabili alla ragione? Quando scopriamo tali fatti come si può continuare a rimanere nella contraddizione negandoci la possibilità di accettare ciò che erroneamente viene definito il “diverso”, le altre come parti di noi e noi come parti di loro?

Dubbi, sempre dubbi, ancora dubbi, ecco.. qua forse la lotta scompare, scompare nel dubbio che permette di oltrepassare il limite di giusto o sbagliato, vero o falso.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s