13/08/18

Il tempo si è fermato sugli scalini del duomo

i colori della festa, giullari e baldacchini,

busti senza volto si specchiano

bandiere sui fili, la famiglia con l’oro vegetale.

Le persone guardano piccoli frammenti,

apparenze, assistono solo allo spettacolo,

le scelte non espresse intanto crescono sotto terra

cercano il collegamento con il tocco del corpo,

il movimento si ferma nel respiro solitario.

L’ombra mi protegge da ciò che la luce vuol mostrare

dal dubbio allontana

ma una creatura tale non può che giudicare

se appena nasce apre gli occhi per vedere,

allora non muovetevi più con il riso di chi non comprende

fermatevi ad annusare l’odore di chi non ricorda

ascoltate chi non vede solo il Dio della luce,

chi ha trovato l’amore nelle tenebre,

mistero incompreso.

A volto coperto cammini nella notte,

passeggero d’un miraggio.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s